La Lupa affamata di record

0
1056
Una formazione della Lupa Castelli Romani di questa stagione
Una formazione della Lupa Castelli Romani di questa stagione

Settantatré punti, ventitré vittorie, settantaquattro gol segnati, nessuna sconfitta e diciotto punti di vantaggio sulla seconda in classifica. Numeri importanti. Grandi numeri di una squadra, la Lupa Castelli Romani, che domenica può (e vuole) tagliare il traguardo che sancisce la promozione in serie D con cinque giornate di anticipo. Un obiettivo raggiungibile con un successo contro l’Albalonga, seconda in classifica al pari del Colleferro, nel match in programma domenica mattina all’8 settembre.

Ma il derby, oltre a sancire la promozione anticipata in serie D dei giallorossi, può dare il via anche ad una striscia record per la storia del campionato di Eccellenza. che andrebbe a sovrascriversi, o ad affiancarsi, ai numeri record espressi dal top delle categorie laziali nei suoi ventitré anni di vita. Record che riguardano le vittorie stagionali e i gol fatti, il numero di gol segnati e il numero di punti totalizzati, e perfino il massimo distacco dalla seconda in classifica con cui la vincitrice del campionato ha chiuso la stagione.

I numeri record dell’Eccellenza, dicono che finora il massimo di vittorie ottenute da una squadra nel campionato è stato raggiunto proprio da un “antenato” dei Castelli Romani, quella Lupa Frascati che arrivó a pari punti del Sora nella stagione 2010-11 e che poi perse lo spareggio promozione con i bianconeri, salvo poi “rifarsi” nei play-off nazionali e accedere in serie D.

Venticinque furono i successi (il Sora fece gli stessi punti ma con una vittoria e tre sconfitte in meno dei castellani, e tre pareggi in più) della Lupa, che in campionato a 18 squadre (l’Eccellenza fino alla stagione 1999-2000 era basata su due gironi da 16) le ha ottenute anche il Ferentino, proprio nella prima stagione del nuovo format, quella del 2000-2001, che vide i biancorossi dominare il girone B, vinto senza subire sconfitte (record “soltanto” uguagliabile quest’anno dalla Lupa Castelli Romani) e mettendo insieme la bellezza di 84 punti.

In termini di punteggio finale, nessun’altra squadra è mai riuscita a fare meglio del Ferentino, con la Sorianese, il Cassino e l’Almas Roma che si sono avvicinate al record, fermandosi però a 80 punti. Un bottino che Cassino e Almas Roma hanno raggiunto nello stesso girone e nella stessa stagione, arrivando a giocarsi la promozione in quarta serie nello spareggio, che al termine della stagione 2004-2005 promosse la squadra ciociara.

Il massimo di punti fatto in Eccellenza da una squadra di Frascati, sono i 79 raggiunti della Lupa della stagione 2010-2011, che detiene invece il record assoluto di gol fatti (91) in un campionato di Eccellenza. Dieci in più di quanto ha saputo fare, la stagione successiva, il San Cesareo e, nella stagione 2009-2010, il Pomezia.

Oggi, la Lupa Castelli Romani chiama 73 punti in classifica e con diciotto punti ancora a disposizione in teoria puó abbattere diversi di questo record: da quello di punti conquistati (con una stratosferica quota 90 da toccare) a quello delle reti fatti (per raggiungere e superare se stessa servirebbe segnarne almeno diciotto, due a domenica nelle ultime sei gare da giocare) per non dire quello delle vittorie nella regular season (basterebbe ottenere i successi casalinghi nelle tre gare interne che rimangono da disputare all’8 settembre per abbatterlo) o quello dei punti messi dopo l’ultima giornata tra la prima e seconda in classifica: record che appartiene al Ferentino, che sempre nella fantastica stagione 2000-2001 chiuse con 23 punti sui “cugini” dell’Anagni, che andarono a fare i play-off nazionali.

Due i record che la Lupa Castelli Romani non potrá stabilire: quello del numero di giornate di anticipo con le quali è stato vinto il campionato (il Ferentino chiuse i giochi con sette turni d’anticipo tredici anni fa) e quello delle reti subite, primato che é stato stabilito giusto la scorsa stagione da un’altra Lupa, quello di Monterotondo, anch’essa vincitrice del campionato e “allocata” sempre all’8 settembre di Frascati, uno stadio che, evidentemente, è sinonimo di vittoria.

Testo di Nicola Nerya

©RIPRODUZIONE RISERVATA