Alla Boreale il plauso del Comitato per il suo Concorso Letterario

0
307

La stagione sportiva 2019-20 sarà ricordata per sempre per essere stata interrotta a causa della diffusione del covid-19, la terribile pandemia che ha cambiato le nostre vite e le nostre abitudini. Così, da un‘idea del suo presidente, Leandro Leonardi, è stato indetto un Concorso Letterario dal titolo #DISTANTIMAUNITI e al quale sono stati chiamati a partecipare i tesserati della Boreale di tutte le categorie, dall’Eccellenza agli Esordienti 2007-2008. E che ha trovato il plauso del Comitato Regionale Lazio, che vuoke dare risalto a iniziative tendenti a far crescere, culturalmente e socialmente, i nostri ragazzi.

I partecipanti devono svolgere un tema, scrivere delle riflessioni, fotografare questo momento che stiamo e stanno vivendo, raccontare l’esperienza per ricordarla in un futuro prossimo che ci porterà in una normalità, nuova e diversa rispetto a quella da cui proveniamo. “L’iniziativa – spiega Leonardi – nasce in un momento molto difficile, mai affrontato prima dalle nostre generazioni; stiamo pertanto cercando di trovare delle attività per continuare la nostra funzione educativa e per essere più che mai vicini ai nostri giovani tesserati e alle loro famiglie”.

Il tema parte da una riflessione sulla terribile pandemia per spingere i ragazzi a ricordare un bel momento, legato all’attività sportiva, cercando di mettere in evidenza i valori come spirito di squadra, rispetto delle regole, solidarietà e capacità di resistenza, che oggi sono necessari a tutta l’umanità per vincere la sfida a cui ciascuno di noi è chiamato. L’iniziativa ha suscitato fin dall’inizio partecipazione, curiosità ed interesse. Ad oggi, hanno scritto e consegnato il loro lavoro alla Commissione giudicante, composta dal presidente, da un’insegnante di lettere, da due medici e da due giornalisti, oltre il 50% dei tesserati della Boreale DonOrione. Si tratta di un vero e proprio successo se consideriamo gli impegni scolastici della maggior parte degli aventi diritto a scrivere.

Il tema è stato veramente “sentito” da tutti e la grande partecipazione ha messo in evidenza il desiderio di esprimersi sull’argomento oltre che condividere la propria esperienza con tutta la comunità della Boreale. Da valutare ci sono da valutare i temi arrivati in particola moro dai ragazzi dell’Eccellenza, della Juniores (che ha partecipato in maniera massiccia), ma una buona risposta l’hanno data degli Allievi, dei Giovanissimi e degli Esordienti. “Il futuro è molto incerto – continua Leonardi – e abbiamo voluto impegnare i ragazzi anche in un momento complicato come questo. La forza che ti dà il calcio è fondamentale e noi vogliamo far riflettere i ragazzi proprio su questo. Lo sport è un grande maestro di vita e a livello formativo può dare ai più giovani gli strumenti adatti per affrontare le difficoltà che incontreranno nel presente e nel futuro. La nostra iniziativa nasce per creare un senso di appartenenza e per far comprendere ai nostri tesserati l’importanza dei valori che il calcio può dare loro, questa volta non con il movimento ed il gesto tecnico, ma con una pausa di riflessione, con la letteratura, impegnando le loro menti anche ora che l’attività agonistica è sospesa”.

Ai cinque vincitori del Concorso Letterario, uno per categoria, la Boreale DonOrione consegnerà delle borse di studio come riconoscimento dell’impegno e sostegno per le famiglie. Tutti gli elaborati sono già sul tavolo della Commissione che ha già iniziato il suo non facile lavoro. In attesa di conoscere i vincitori del Concorso “ringrazio tutti i tesserati della Boreale – conclude Leonardi – e insieme a tutti i dirigenti e ai tecnici invio ai ragazzi e alle loro famiglie un grande abbraccio e l’augurio di rivederci tutti molto presto”.