Caput Mundi, il Lazio torna in finale dopo 4 anni

0
485

Il C.R.Lazio batte 2-1 l’Inghilterra e conquista la finale del Roma Caput Mundi. Al Centro Sportivo “Tintisona” di Paliano, l’accesso della Rappresentativa all’atto conclusivo del torneo è passato per i piedi di Finucci, doppietta per lui, e le mani di Pinna, ancora decisivo nel parare un calcio di rigore in pieno recupero. Il signor Prencipe di Tivoli arbitra una partita dall’alto tasso agonistico.

Pronti via e il C.R. Lazio sfiora il repentino vantaggio con Orsili: tiro a sorpresa dalla lunga distanza e palla sulla traversa. Al 4’ Spoletini lavora un buon pallone sulla destra, entra in area e calcia, ma Brady respinge la sfera con i piedi. Ottimo avvio del team di Ippoliti. L’Inghilterra prova ad affacciarsi dalle parti di Pinna con Murphy, ma Celesti devia in corner la conclusione ravvicinata del numero 16 inglese. Alla mezz’ora, sugli sviluppi di un angolo battuto da destra, lo stesso Celesti di testa impegna Brady. Al 38’, il C.R. Lazio passa in vantaggio. Wickham prova ad impostare dalle retrovie, ma la palla colpisce il compagno di squadra Ward, che involontariamente offre un assist in profondità a Finucci: il numero 6 si invola verso la porta di Brady, dribbla il portiere inglese e deposita la sfera in rete.

Nel secondo tempo, la Rappresentativa del Lazio difende il vantaggio e, anzi, cerca il raddoppio che arriva al 27’ sempre con Finucci. L’avanti di Ippoliti tira fuori dal cilindro una conclusione a girare sul secondo palo, che beffa Brady e porta al doppio vantaggio il C.R. Lazio. Al 34’, il sussulto d’orgoglio dell’Inghilterra arriva da un calcio piazzato di Aguiar: palla sul palo e deviazione vincente di Bower. I minuti finali della partita sono convulsi. L’Inghilterra cerca disperatamente il pari. Al 3’ di recupero gli inglesi hanno la ghiotta occasione di completare la rimonta dagli undici metri. Dal dischetto Pinna ipnotizza White e para il suo terzo rigore del torneo. Non è finita, perché, prima del triplice fischio, Pinna compie un altro miracolo con la mano di richiamo sul tiro dai 20 metri di Aguiar.

Le prodezze di Alessandro Finucci ed Edoardo Pinna regalano vittoria e finale alla Rappresentativa Juniores. Domani a Ostia, alle ore 11, scontro al cardiopalma contro l’Italia Lnd.

INGHILTERRA-C.R.LAZIO 1-2

Inghilterra: Brady, Seymour, Newton, Taylor, Murphy, Wickham, Simons (1’st Aguiar), Ward, Cooklin (25’st White), Carey (25’st Semukala), Bower. A disp.: Evans S., Redrup, Jelley, Owusu. All.: Kilpatrick.

C.R.Lazio: Pinna, Celesti, Finucci, Miola, Orsili, Palmarucci, Iannoni, Marini (36’st Francisi), Santoni, Spoletini (39’st Berardinelli), Montesi (22’st Ndoj). A disp.: Haimana, Bellumori, Fabrizi, Gejka, Nappi. All.: Ippoliti.

Arbitro: Prencipe di Tivoli.

Ass. Arbitro: Serpa di Tivoli e Cirillo di Roma 1.

Marcatori: 38’pt e 27’st Finucci, 34’st Bower.

Note: ammoniti Carey (I), Marini (CRL), Ward (I), Iannoni (CRL), Miola (CRL), Palmarucci (CRL), Pinna (CRL).