TDR2018 C5, la Juniores torna campione d’Italia dopo 13 anni

0
515

Quattro anni dall’ultima finale, tredici dall’ultima vittoria per la Rappresentativa Juniores di calcio a 5 che si è laureata Campione d’Italia alla 57.ma edizione del Torneo delle Regioni. Nella finale, giocata anche questa a Foligno, il Lazio ha avuto la meglio della Sicilia, che per quasi tutto il match ha tenuto il risultato in parità, cedendo alla squadra di Salvatore Corsaletti soltanto nei tempi supplementari.

“Questi ragazzi sono stati fantastici, bravissimi”, commenta un emozionatissimo Corsaletti, al secondo titolo alla guida di una rappresentativa regionale, dopo quello conquistato con la squadra Allievi. “Abbiamo giocato questo torneo con il cuore, offrendo anche del bel gioco”, aggiunge Corsaletti. “Non è stato facile assembleare questi dodici ragazzi, che prima dell’inizio delle gare, in pratica sono stati insieme una sola volta tra infortuni, defezioni e rinunce varie. Ma sono contento, perché è stata una vittoria vera. Qui c’era tutta l’Italia del futsal e noi siamo stati i più bravi. Un grande segnale per tutto il movimento del Lazio”.

La Sicilia in finale, una delle società più in vista nel mondo del fustal, il Piemonte in semifinale: E prima ancora la Campania, il Friuli e le Marche. “Credo che la partita più bella sia stata quella contro il Piemonte. E anche la più difficile. Posso considerarla la vera finale, uno spot per il calcio a 5, anche se la Sicilia è stata all’altezza della situazione ed è stata vicina a sbarrarci la strada del successo”, sottolinea il tecnico della Juniores.

Dopo il successo negli Allievi, Corsaletti si gode questo ritorno alla vittoria con la Juniores, che nel 2004 arrivò a sfiorare il titolo venendo battuta in finale. “Questa categoria è importantissima perché mette a confronto le migliori realtà degli juniores, che sono il futuro ma anche il presente della disciplina. E tutte le regioni sono state in grado di mettere in campo le loro rappresentative e questo dà un valore maggiore al titolo”.

Soddisfatto del bis concesso, anche il presidente del Comitato Regionale, Melchiorre Zareli, che ha celebrato sul campo il successo dei ragazzi del Lazio. “Come ho fatto per gli allievi, faccio i complimenti anche a tutto lo staff della Juniores per l’ottimo risultato conseguito. Il titolo in questa categoria mancava da alcuni anni ed era ora che, dopo averlo sfiorato, tornassimo a vincerlo. Bravi a tutti, e brave anche le società che hanno saputo dare qualità a tutto il movimento giovanile del Lazio”.